Home > Comunicati > Dettagli Comunicato
31 gennaio 2017

FORUM KOSOVO: PRESENTATE LE OPPORTUNITÀ DI BUSINESS NEI SETTORI STRATEGICI PER LO SVILUPPO DEL KOSOVO


Agroalimentare, Miniere, Energia, Edilizia, Infrastrutture, Lavorazione legno, Tecnologia dell'informazione e della comunicazione, Tessile e Pelletteria i settori focus della giornata.

Oltre 70 imprese italiane incontrano le controparti kosovare. 



L’Agenzia ICE ha presentato oggi a Roma le opportunità di business nei settori considerati strategici per lo sviluppo del Kosovo promuovendo la collaborazione fra le imprese italiane e quelle kosovare, anche nell’ottica di un partenariato pubblico-privato. Particolarmente rilevante è stato inoltre il tema dei finanziamenti a supporto delle attività imprenditoriali.

 

L’evento, rivolto a imprese, associazioni di imprese, di categoria e di settore, professionisti, società di consulenza, enti ed istituzioni, ha visto la presenza di oltre 30 imprese kosovare guidate dal Primo Ministro della Repubblica del Kosovo S.E. Isa Mustafa, dal Presidente del Parlamento della Repubblica del Kosovo S.E. Kadri Veseli e dal Ministro del Commercio e dell'Industria Hykmete Bajrami.


 
Per parte italiana hanno preso parte all’evento, fra gli altri, il Sottosegretario al Commercio Internazionale e Attrazione Investimenti, Ministero dello Sviluppo Economico Ivan Scalfarotto e il Direttore Generale dell’Agenzia ICE Piergiorgio Borgogelli. 

 

“Il Kosovo – ha sottolineato il Sottosegretario Ivan Scalfarotto nel suo intervento - rappresenta un Paese di particolare rilievo per le imprese italiane che negli ultimi anni hanno iniziato a manifestare interesse in termini di investimenti soprattutto nei settori agroalimentare, comunicazioni/ IT, edile, energetico ed estrattivo. Il Paese offre buone possibilità di investimento nei settori di punta della produzione italiana ed ulteriori opportunità sono legate ai processi in corso per il raggiungimento dei parametri di Bruxelles necessari all'integrazione nella UE.  L'Italia - ha proseguito Scalfarotto -  è un paese con alto livello tecnologico e di design, con una sana imprenditoria capace di trasferire il know-how in vari settori d'intervento strategici per il rafforzamento del processo di integrazione”.


 

A sostegno del processo di integrazione del Paese nell'Unione Europea, l'Italia si muove con impegno nel sostenere lo sviluppo economico kosovaro, con lo strumento della collaborazione per l'attrazione degli investimenti italiani, della collaborazione per interventi diretti e con attività per il consolidamento degli scambi commerciali.

 

 “L’Agenzia ICE – ha ricordato il Direttore Generale, Piergiorgio Borgogelli -  è sempre disponibile al confronto su questi temi ed offre una vasta gamma di servizi alle imprese. Dal giugno 2015 nel nostro Punto di Corrispondenza di Pristina, è attivo il Centro di Assistenza Balcani per sostenere le aziende italiane su settori strategici, far conoscere le opportunità presenti in Kosovo, oltre che essere uno strumento a disposizione degli imprenditori italiani per informazioni, assistenza, marketing mirato. I nostri Uffici nei Balcani e le attività di promozione previste nel corso del 2017 rappresentano per le nostre imprese un canale importante per consolidare ed espandere il proprio business nell'area."

 

Secondo i dati condivisi con la locale Agenzia per gli Investimenti ed il Supporto delle Imprese (KIESA), nel territorio kosovaro svolgono attualmente un'attività economica 29 aziende italiane (settori: edilizia, security, formazione professionale, trasporti, rifiuti, farmaceutico, agroalimentare e vini, mobili, abbigliamento) ed il valore degli IDE italiani supera i 5 milioni di euro.

 

Nel 2015 l’economia kosovara ha registrato tassi di crescita positivi. Le valutazioni del Fondo Monetario Internazionale (World Economic Outlook, ottobre 2016) hanno evidenziato una crescita reale del Prodotto Interno Lordo del 4% e lo stesso aumento si stima anche per il 2016. Il valore del commercio estero nel 2015 si è attest​ato ​ intorno ai 2,9 miliardi di euro.

L’Italia è tra i principali partner economici e l’interscambio commerciale tra i due paesi ha raggiunto circa 246 milioni di euro. L'import kosovaro dall'Italia è stato pari a circa 226 milioni di euro rispetto ai 203 milioni di euro del 2014, con un incremento ann​u​o dell'11%.

 

Grazie alla favorevole normativa fiscale e alla vicinanza geografica tra i due paesi, negli ultimi anni diverse imprese italiane si sono rivolte al piccolo Stato balcanico​, ​ sia come mercato di esportazione ​che ​ come destinazione di investimenti produttivi e di forme di collaborazione con partner locali.

 

Per dare impulso allo sviluppo dei rapporti economici e commerciali tra i due paesi, è stato rinnovato oggi il Memorandum di collaborazione biennale tra l'ICE e la Camera di Commercio Kosovara, che ha come scopo: rafforzare la cooperazione economica e commerciale tra le imprese di entrambi i paesi, scambiare dati ed informazioni utili per l'attività imprenditoriale, creare le condizioni per sviluppare i partenariati fra le imprese, agevolare le partecipazioni del business nelle principali manifestazioni fieristiche e creare le condizioni per dare impulso alle attività di ricerca & sviluppo.

Particolare rilevanza assume anche l'incoraggiamento di attività ed iniziative rivolte alla promozione della formazione e del capacity building per la realizzazione di progetti congiunti e l'implementazione di forme innovative di cooperazione, da sviluppare nelle attività previste dal rinnovo del suddetto Memorandum.

 

È stato inoltre firmato l’accordo di cooperazione KIESA – FINEST che ha l’obiettivo di migliorare gli investimenti e la collaborazione economica in diverse aree tra cui: svolgimento di seminari e iniziative volte allo scambio di esperienze e know how, fornitura di servizi di consulenza da parte di KIESA per le aziende partner di FINES ubicate in Kosovo, scambio di informazioni rilevanti sulle questioni di comune interesse, e promozione da parte di FINEST delle attività di KIESA presso le altre istituzioni a livello nazionale come ICE, SIMEST e SACE.


Sala stampa
Comunicati stampa